martedì 15 gennaio 2019

Utente del servizio di maggior tutela ( luce )

In questi giorni mi sono interessato di alcuni argomenti che, credo, non interessano ad alcuno.

Sarà per il fatto che io son pensionato e pertanto ho più tempo a disposizione da riempire con cianfrusaglie ?

Va beh, che importa, a me interessava.

In queste annotazioni mi riferisco al servizio elettrico, alla bolletta dell'energia che mi arriva sul tavolo da pagare ogni due mesi.

Non sono ancora passato all'obbligatorio mercato libero; finchè vale la proroga (fino al 30 giugno 2020) rimango nel "servizio di maggior tutela".

Nella bolletta riferita al periodo giugno-luglio 2018 ho letto, per la prima volta questa nota:
" ... Canali di contatto
Si informa inoltre che a decorrere dal 25 settembre 2018, Servizio Elettrico Nazionale cesserà il servizio ai clienti presso i Punti Fisici. ".

Opperbacco !!!

Gli uffici fisicamente sono gli stessi, ma hanno cambiato ... sono di Enel energia, quindi mercato libero.

Milioni di utenti, perchè immagino che siano ancora tanti quelli che sono rimasti nel servizio di maggior tutela, non hanno più un punto di riferimento fisico cui rivolgersi per chiedere informazioni o spiegazioni, ma solo ... un numero verde.

Non è la stessa cosa !

Ma vi pare giusto ?

E con questo mi si vuol dire che s'è fatto un servizio al consumatore ?

Anche se fu stabilito che si sarebbero dovute separare in società diverse, si sarebbe dovuto prevedere il mantenimento di un punto di riferimento fisico per i consumatori ancora nel servizio di maggior tutela (Deliberazione 22 giugno 2015 296/2015/r/com “Disposizioni in merito agli obblighi di separazione funzionale (unbundling) per i settori dell’energia elettrica e del gas.” https://www.arera.it/it/docs/15/296-15.htm  ).

domenica 16 dicembre 2018

Un testimone cercasi ...

" ... Chi sa, chi ha visto ... parli. ... ".

Quante volte l'abbiamo sentito dire nel ricorrere di un evento criminoso, illecito o molto più semplicemente per un banale incidente stradale.

E secondo voi, perchè non raramente accade che non si presentino testimoni, anche se ci fossero stati ?





Problemi di lingua.

Spiacente, ma a me non piace che in un testo, in un discorso, si faccia un uso a pioggia ed a sproposito di termini inglesi, quando ben esiste la rappresentazione nella lingua italiana.

Ma forse l'uso corretto della teminologia in lingua italiana rende meno figo o meno autorevole colui che la usa rifuggendo dagli inglesismi inutili ?

Dimenticavo, MEDIA è un termine d'origine latina e si pronuncia MEDIA, non MIDIA.

Un blog.

La tabella delle date dei post mi ricordano che, diversamente da un tempo, ho perso entusiasmo nello scrivere qui. Vero ?

E' indubbio che leggere ogni tanto un commento da parte di qualche raro visitatore non spiace, ma non sono attrattivo, non posso farci nulla. Credevo che il post "Sfere", la proposizione di un mondo contemporaneo fatto da persone che vivono prevalentemente se stesse, potesse portare a qualche commento discorde, ad un confronto, ma nulla.

Gli argomenti che vedo passare sul mio tavolo non sono di quelli che stimolano il desiderio di esserci, lo so. Va bene così per me, non credo che cambierò nè potrei farlo.

Allora cos'è per me oggi questo blog ?

Ecco qui non ho molte difficoltà nella risposta: per me è un quaderno dove scrivere le mie annotazioni, interessino o meno, e contrariamente a quanto scritto all'inizio, non mi interessa fare collezione di "mi piace". 

Se così non fosse, l'avrei già chiuso.


sabato 1 dicembre 2018

Programmazione tv.

Quando acquisto il giornale, poi la prima pagina che vado a leggere - una penna rossa in mano - è quella dei programmi televisivi previsti per la sera, per quando preferisco rimanere a casa.

Oggi, come spesso accade, ho segnato: zero assoluto !

Una croce su tutti i canali, non c'è nulla di interessante, repliche su repliche ... una noia.

Portobello ? NO, grazie !

Per quanto riguarda i film, sono sempre i soliti che girano e che anzi ritrovo una sera su un canale e poi ricompaiono qualche giorno dopo su di un altro: se lo passano.

Evidente spinta interessata a costringere l'italico a passare alle tv a pagamento: non lo farò mai.

lunedì 12 novembre 2018

Sognare è possibile.

"... devi avere un sogno perchè quando perdi i tuoi sogni la vita si spenge ... ".

Il messaggio sembra dire di non abbattersi, qualsiasi cosa accada, di sognare qualsiasi cosa positiva, mettendoci dentro tutto, anche una notte di sesso selvaggio con la vicina di casa che ti scatena i desideri ogni volta che la incontri.

Bel proposito, poi la quotidianità della vita ti sbatte in faccia la realtà e appare così difficile sognare.

giovedì 1 novembre 2018

Letture abbandonate.

Stavo leggento "L'ultimo giurato" di j. grisham: ho provato a resistere, sono arrivato fino a pagina 80, ma non ce l'ho fatta: troppo noioso per me ed ho abbandonato la lettura.

Mi auguro che il libro che ho preso ora dallo scaffale sia ... coinvolgente ed inviti alla lettura. Non amo i libri troppo descrittivi.