lunedì 11 maggio 2020

Non perdere la speranza ...

Rubare l'anima, togliere la dignità, togliere il lavoro ... è rubare la vita,

          andrà 
          tutto
          bene
  

venerdì 1 maggio 2020

Camminando ...


Come invecchiare in buona salute, anche in tempi difficili.

Non dimenticare.

Oggi si sprecano le parole, gli elogi, ...  oggi li chiamano eroi, ... , oggi ... .

Non dimentichiamoli domani, qualunque sia il loro ruolo.

sabato 21 marzo 2020

Mascherina.

E basta !

Continuo a leggere, anche ora, sui giornali:

" ... E la raccomandazione di usare guanti e mascherine.... "

eppure dovreste aver voi stessi osservato che da tempo sono introvabili.

Sognare.

Mi dicono d'essere ottimista, d'essere positivo. Ma io chiedo: come posso ?

Come posso esserlo se ho occhi, orecchie, ... e mi guardo attorno.

"Sogna, ragazzo, sogna", ecco sì ci provo anche se non sono più un ragazzo, sogno. Sempre. Questo forse non può essere tolto.

domenica 15 marzo 2020

Non mollare ...

Sogna, ragazzo, sogna ... 



Sono momenti difficili, ma li supereremo. Ce lo auguriamo tutti.

Grazie a tutto il personale sanitario ed ai ricercatori, troppo spesso precari e con scarsità di risorse per la poca lungimiranza di alcuni, che combattono in prima linea contro questo virus.

martedì 14 gennaio 2020

Il lavoro che non c'è.

ritieniti fortunato. Un lavoro l’hai, stabile e sicuro, almeno per ora.

Purtroppo ogni volta che apro il giornale non c’è notizia che non mi racconti di crisi aziendali che hanno sempre come conseguenza correlata il licenziamento di lavoratori o, se va bene, la cassa integrazione, finchè c’è.

Sì perché non si fa un’analisi sulla capacità di tanti dirigenti preposti allo sviluppo dell’azienda, che invece si rivelano incapaci di dare alla stessa una prospettiva a medio - lungo termine. E’ molto più facile mettersi in tasca ricchi premi per aver ridotto i costi, quali ad esempio il costo del lavoro licenziando. Ci sono tanti tagliatori, incapaci di fare altro, sì perché è più facile ottenere così risultati, a breve termine.

Gli anni son passati, tanti. Oggi, anzi, correggo, da anni prevale la logica del profitto finanziario; si guarda a garantire ricchi dividendi agli azionisti, altrimenti cadono teste … la loro.

E così chi se ne frega se una famiglia magari monoreddito crolla sotto la soglia della povertà e non sa come riuscirà a portare sul tavolo di che mangiare e vivere.

Senza un lavoro, senza un reddito, come fai a portare qualcosa a casa, in famiglia … ammesso che sia possibile oggi avere una famiglia. Senza dignità d’uomo.

Come fai a vivere, a pagare l’affitto (sempre più caro) o le rate di un mutuo, le bollette (sempre più “pesanti”; a proposito … sei pronto per il mercato libero ? ). Come riesci ad alzarti la mattina … ed uscire di casa senza pensare che la tua vita è finita ?

Ci penso, forse troppo, fermato dall’ansia e dalla paura, ... ma sono "salvo". E debbo stare attento e cercare con ossessiva insistenza quegli spazi di ottimismo e positività che, forse, ancora si possono trovare. Forse.

E mi sono rotto di gruppi e movimenti che san fare solo chiasso. Ne ho visti nascere e morire tanti senza alcun risultato e senza alcuna proposta che fosse stata in grado di cambiare e fermare il declino. Solo fumo e proclami di piazza, magari per guadagnarsi visibilità ed essere rincorsi per una candidatura alle prossime poltrone. Tanti, troppi incompetenti, ma visibili perché qui come in altro, ed è nostra colpa, a volte ( ? ) dimentichiamo di premiare il merito, ma non le bottiglie vuote ma visibili.

Sono fortunato, sono in discesa, varcata la soglia dell’anziano il mio futuro è là.