martedì 22 settembre 2020

Camminando ... ( 02 )

Quante volte mi sono seduto alla mia scrivania con l’intenzione di scrivere qui. Scrivere, qualunque cosa sia, non era per nulla facile ed il tempo passava in silenzio. I miei pensieri non sono positivi, oggi. Tanti mesi di silenzio e di distanziamento covid non mi hanno aiutato e non mi aiutano.

Pensavo che una volta terminato il mio tempo del lavoro avrei potuto vivere il cambiamento, cancellando le ansie e le difficoltà che si erano accompagnate, come per tutti ... normalità. Mi sbagliavo, io.

Ora pensionato la mia vita è peggiorata. La quotidianità dell’oggi mi vede sofferente, non vedo un domani sereno.

Tutti vivono distanziati impauriti nell'avvicinamento. Le poche persone che frequentavo, si sono distanziate. Cammino sui marciapiedi e vedo che quando incrocio qualcuno,  scende dal marciapiede e si distanzia … sorrido. Che tristezza !

Da quando hanno chiuso la cartoleria qui vicina, devo andare in centro  ( non è vicino ) se voglio acquistare il giornale. Questa mattina sono uscito ... ma camminando a fatica trattenevo le lacrime. Mi sono riscoperto che ho la lacrima facile, da tempo. Ed il covid ha aggravato la mia situazione. La resilienza è oggi per me un percorso difficile da praticare. Se avessi la certezza che lasciare questa presunta socialità, lasciare questo paese fosse senza dolore e sopravvivenze dolorose, avrei già da tempo lasciato questo paese in cui non mi sento a mio agio. E’ così lontano da me.

E così ho deciso di scrivere un mio diario, non qui, dove annotare i miei pensieri e le mie riflessioni sulla mia vita del passato e della quotidianità. Di futuro per ora non riesco a scrivere, oggi non lo vedo.

lunedì 11 maggio 2020

Non perdere la speranza ...

Rubare l'anima, togliere la dignità, togliere il lavoro ... è rubare la vita,

          andrà 
          tutto
          bene
  

venerdì 1 maggio 2020

Camminando ...


Come invecchiare in buona salute, anche in tempi difficili.

Non dimenticare.

Oggi si sprecano le parole, gli elogi, ...  oggi li chiamano eroi, ... , oggi ... .

Non dimentichiamoli domani, qualunque sia il loro ruolo.

sabato 21 marzo 2020

Mascherina.

E basta !

Continuo a leggere, anche ora, sui giornali:

" ... E la raccomandazione di usare guanti e mascherine.... "

eppure dovreste aver voi stessi osservato che da tempo sono introvabili.

Sognare.

Mi dicono d'essere ottimista, d'essere positivo. Ma io chiedo: come posso ?

Come posso esserlo se ho occhi, orecchie, ... e mi guardo attorno.

"Sogna, ragazzo, sogna", ecco sì ci provo anche se non sono più un ragazzo, sogno. Sempre. Questo forse non può essere tolto.

domenica 15 marzo 2020

Non mollare ...

Sogna, ragazzo, sogna ... 



Sono momenti difficili, ma li supereremo. Ce lo auguriamo tutti.

Grazie a tutto il personale sanitario ed ai ricercatori, troppo spesso precari e con scarsità di risorse per la poca lungimiranza di alcuni, che combattono in prima linea contro questo virus.