lunedì 17 agosto 2009

Ruffianeria.

dal Corriere della sera, 17 agosto 2009:
".. il parroco di Porto Rotondo, don Lionello Dal Molin, ha inviato un biglietto a Berlusconi per chiedergli di poter celebrare una messa a Villa Certosa in suffragio di mamma Rosa alla quale, dice, era molto legato ... ".


Mio nonno, campagnolo comasco, era più colorito e genuino nelle sue esternazioni e non diceva ruffiano ... 

10 commenti:

  1. leccaculi?

    ops, pardon

    RispondiElimina
  2. Preti così, screditano la Chiesa e la Religione.

    RispondiElimina
  3. primo vorrei chiarire una cosa Don Lionello Dal Molin non è il Parroco di Porto Rotondo...e questa è già una prima falsità scritta!!! Per attirare l'attenzione della gente si scrivono milioni di cose false solo per mettere in cattiva luce le persone. Quindi direi di evitare di scrivere cose pesanti come leccaculi o "Preti così, screditano la Chiesa e la Religione. Prima di fare certe affermazioni dovete conoscere la verità dei fatti e non le parole di un giornalista..Vergogna!!!!!!

    RispondiElimina
  4. la notizia è del corriere della sera, se l'anonimo sa qualcosa smentisca il corriere della sera. Poi ognuno è libero di trarre le proprie considerazioni. Qui non si commentava per il soggetto, ma per il comportamento e per me un tale riportato comportamento è e rimane una ruffianeria.

    RispondiElimina
  5. peccato che Dal Molin don Lionello sia il parroco di Tessera (Ve)

    RispondiElimina
  6. Invito a rileggere il commento di risposta - se non fatto - del 24 agosto: non sono certo andato a verificare di quale paesello fosse parroco e riportavo quello che ho letto sulla stampa (nel caso il Corriere della sera; ma .. c'era forse qualche omonimo?).
    Comunque l'annotazione era, ribadisco, riferita non alla persona che manco conosco od alla chiesa come qualcuno qui scrisse), ma al comportamento.

    Link di riferimento:
    http://www.corriere.it/politica/09_agosto_17/berlusconi_certosa_figli_veronica_0e89c1b2-8af7-11de-8977-00144f02aabc.shtml

    " ... È certo, invece, che il parroco di Porto Rotondo, don Lionello Dal Mo­lin, ha inviato un biglietto a Ber­lusconi per chiedergli di poter celebrare una messa a Villa Cer­tosa in suffragio di mamma Ro­sa alla quale, dice, era molto le­gato. È in attesa, da tre giorni, di una risposta. ... "

    Argomento chiuso.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porto Rotondo è sotto la giurisdizione canonica della parrocchia di Golfo Aranci che oltre Porto Rotondo ha anche Rudalza e Marinella. Il parroco sino al settembre 2013 era don Finá e il 19 sett. 2013 è succeduto don Alessandro Cossu prete sardo 37enne proveniente da Roma.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Bene!
      ma un anonimo aveva già indicato. La invito allora a inviare la sua puntualizzazione al Corriere della sera che pubblicò la notizia (il link all'articolo è specificato in uno dei commenti sopra scritti) e che io ho solo riportato. NON sta a me fare le verifiche, ma al giornalista che ha scritto e ribadisco che NON C'ERA NEL POST ALCUNA INTENZIONE DI "METTERE IN CATTIVA LUCE" CHICCHESIA, MA SOLO CRITICARE UN COMPORTAMENTO CHE NON CONDIVIDO E CHE VEDEVO COME UNA RUFFIANERIA: ... LIBERA OPINIONE NON NECESSARIAMENTE CONDIVISIBILE.
      Bene. Ora spero che questa tiritera cessi qui perchè m'ha stancato.

      Elimina